Ieri sera, alla riunone nella sede del PRC in via Eritrea, a Brescia, erano presenti una trentina di persone, rappresentanti varie organizzazioni. Oltre al PRC, il CS 28 maggio, l’ANPI, la CGIL, il Coordinamento Antifascista della Val Trompia, la Rete Antifascista, il PCI, Sinistra Italiana, il MDP-Articolo 1, il Comitato Spontaneo contro le nocività, USB, Coordinamento Franciacorta e Sinistra Anticapitalista. Il taglio è stato in generale piuttosto moderato e “istituzionale”, teso a “far muovere” le “istituzioni democratiche” per togliere di mezzo i tre fascisti eletti a Mura (ed in genere rimuovere i rigurgiti neofascisti). Pur con tutte le nostre perplessità (e le vere e proprie divergenze) abbiam deciso di partecipare alle iniziative in corso, in un’ottica, per noi familiare, dell’unità antifascista. Stamane infatti SA era presente nella delegazione che ha incontrato il prefetto. E domani, ben più importante, parteciperemo al presidio che si terrà a Mura, in occasione dell’insediamento del nuovo consiglio comunale. Il presidio inizierà alle ore 18. Tutt* i/le compagn* interessat* sono invitati ad essere alle 17,15 di domani al crocevia di Sarezzo, in Val Trompia.

Annunci