Quasi 100.000 nuovi positivi in Italia, 200.000 in Francia, è evidente che il green pass non funziona, che le soluzioni dovrebbero riguardare forti investimenti nella sanità pubblica, una sua riorganizzazione; investimenti per creare centri mobili per tamponi gratuiti, davanti ai posti di lavoro, alle scuole, ai luoghi di affollamento; investimenti per potenziare e mettere in sicurezza i trasporti… Invece il governo cosa fa? potenzia il green pass inutile e elimina le quarantene, e delega il sistema di controllo attraverso i tamponi alle farmacie e al caos della discrezionalità individuale.

Alcuni esempi di funzionamento del Green pass:

Del resto lo ho verificato personalmente.

Da vaccinato (doppio vaccinazione regolare) e col green pass, a ottobre ho un po’ di raffreddore e irritazione alla gola. Lavorando nelle scuole e a stretto contatto con altri miei colleghi, per scrupolo (sicuro di essere negativo) faccio a mie spese il tampone. Risulto positivo. Il vaccino risulta probabilmente utile per farmi affrontare la malattia solo con leggeri sintomi che durano 3 giorni. Il tracciamento, se così si può definire, avviene dopo 3 giorni che la farmacia ha comunicato la mia positività, e solo sulla mia convivente, che ovviamente aveva già fatto il tampone a sue spese. I miei colleghi subito, a loro spese e di loro iniziativa, hanno fatto il tampone. Per loro nessun obbligo e nessuna sospensione del green pass, la quarantena se la sono imposta loro fino al secondo tampone negativo dopo 5 giorni.

Da Repubblica: Accordo in Cts: dopo contatto con positivo, niente quarantena per chi è vaccinato con booster o con due dosi da meno di 4 mesi. In corso la cabina di regia per la riforma delle norme per i contatti diretti dei positivi. Alle 18.30 il Cdm a cui le Regioni chiedono obbligo di Green Pass rafforzato per tutti i dipendenti.Sileri: “Andiamo verso centinaia di migliaia di casi, ma niente panico”

Non vogliono fare nulla a parte Green pass inutili. Il terrore di dover spendere per la sanità pubblica o dover chiudere o investire per i tracciamenti, in infrastrutture sicure.

Il sistema del green pass serve per nascondere il disastro sanitario, colpevolizzare i singoli, e non fare investimenti necessari e utili alla collettività. In compenso pioggia di miliardi a imprese e bonus da spendere per servizi e interventi che portano utili e creano le condizioni per sovraprofitti alle aziende.

Ho il sospetto che Draghi stia utilizzando, in condizioni diverse, il metodo che ha utilizzato per la Grecia. Prima ha incoraggiato in ogni modo la Grecia (anche rendendo opachi i bilanci dello stato) a indebitarsi con le banche internazionali per grandi opere in occasione delle Olimpiadi, realizzate da imprese tedesche, italiane, francesi, statunitensi, ecc. Poi la ha strangolata costringendola a svendere a multinazionali e banche -,tutto il patrimonio pubblico per ripagare una picoola parte dei debiti.

Oggi la pandemia sembra essere l’occasione in condizioni diverse per ripetere lo schema in Italia.

Sauro