La Relatrice del Parlamento Europeo per la Turchia Kati Piri ha protestato contro l’usurpazione delle tre municipalità HDP e ha detto, “E poi cosa succede? Vengono sostituiti i sindaci di Ankara e Istanbul?”L’europarlamentare olandese Kati Piri su Twitter ha inviato la sua protesta contro l’usurpazione delle municipalità HDP di Amed, Van e Mardin e la nomina di fiduciari.

Piri ha anche condiviso la reazione del sindaco di Ekrem Imamoglu alla nomina dei fiduciari e ha detto:

“Il sindaco di Istanbul critica la sostituzione dei sindaci curdi di Mardin, Diyarbakir e Van. Immagino che ogni sindaco democraticamente eletto in Turchia pensi la stessa cosa (anche se non hanno il coraggio di dirlo).”

In un altro Tweet, Piri ha detto: “I sindaci di Diyarbakir, Mardin e Van sono stati sostituiti con accuse di terrorismo a 5 messi dalla loro elezione. Ancora una volta. Zero rispetto della volontà della gente.”

Dopo un attacco della polizia a manifestazione di protesta contro la destituzione dei sindaci curdi a Istanbul si sono verificati scontri di piazza. Molte persone sono state arrestate, un uomo è stato ferito con un coltello.Una manifestazione del Partito Democratico dei Popoli (HDP) nel quartiere di Istanbul di Kadiköy è stata attaccata dalla polizia. I militanti HDP volevano fare una dichiarazione presso il teatro dell’opera Süreyya contro la destituzione dei sindaci di Amed, Van e Mêrdîn quando sono stati accerchiati dalla polizia e respinti violentemente fuori dalla piazza. La folla ha quindi scandito „Ovunque Amed, ovunque resistenza“ e „La vostra repressione non ci può intimidire“.

La polizia ha attaccato la manifestazione con proiettili di gomma riempiti di spray al peperoncino, le e gli attivist* hanno reagito con lanci di bottiglie. Ci sono stati molti arresti.

Durante uno scontro un uomo di circa 40 anni è stato ferito a coltellate e ricoverato in ospedale. Non è chiaro come si siano svolti i fatti e non si conosce l’identità dell’uomo.

A Diyarbakir-Amed le proteste contro la destituzione del sindaco HDP di Amed continuano nonostante divieti e violenze. La gente si rifiuta di lasciare le strade e piazze.

I e le giornalist* Ahmet Kanbal, Mehmet Şah Oruç, Rojda Aydın, Nurcan Yalçın, Halime Parlak e Yelda Özbek sono stat* arrestat* mentre riferivano delle proteste per le municipalità sequestrate dal regime dell’AKP.I corrispondenti dell’agenzia stampa Mezopotamya News Agency (MA) Ahmet Kanbal e Mehmet Şah Oruç, la corrispondente di Jinnews Rojda Aydın e le giornaliste Nurcan Yalçın e Halime Parlak sono stat* fermat* mentre documentavano le proteste a Mardin. Molte altre persone sono state fermate dalla polizia.

Yelda Özbek è stata fermata mentre seguiva le proteste a Amed.

Annunci