Il Ma Ba Tha sfida il bando delle autorità religiose, che martedì hanno chiesto lo scioglimento del movimento ultranazionalista birmano, colpevole di aizzare la popolazione (a maggioranza buddhista) contro la minoranza musulmana.

117504-md

Mentre l’ordinanza prevedrebbe l’interruzione di tutte le attività entro metà luglio, domenica centinaia di persone — compreso l’oltranzista monaco Wirathu- hanno preso parte a un incontro presso un monastero di Yangon alla notizia che il gruppo buddhista non smantellerà il movimento, piuttosto cambierà il proprio nome in the Buddha Dhamma Philanthropy Foundation. Nell’ultimo mese, diversi buddisti nazionalisti sono stati arrestati in relazione al verificarsi di raid contro la minoranza islamica dei Rohingya a Yangon. Al contempo, aumentano le critiche per l’incapacità del governo civile guidato informalmente da Aung San Suu Kyi di calmare le tensioni etniche e tenere a bada l’esercito, sospettato di violenze contro le minoranze.

issarabuddha-PDRC2.jpg

Annunci