• Due settimane fa l’assemblea provinciale di Potere al Popolo, contraria alla trasformazione in partito dell’aggregazione nata un anno fa, ha deciso di trasformarsi in “Forum Sociale Anticapitalista di Brescia”, decidendo di aprirsi a tutti coloro, singoli, gruppi, associazioni, si riconoscono in un progetto anticapitalista comune, rispettando le diverse soggettività (partitiche, o individuali). Contestualmente si è decisa la partecipazione all’assemblea nazionale di Roma di ieri, 11 novembre, dove si sono incontrate le varie assemblee territoriali di Potere al Popolo che non si erano riconosciute nella svolta “partitista” imposta al movimento nelle ultime settimane. Nello stesso tempo la ex minoranza di Pap bresciano (aggregatasi intorno ai compagni del CS 28 maggio di Rovato) ha deciso di costituirsi formalmente in “Potere al Popolo” provinciale. Risulta chiaro quindi che in provincia di Brescia ciò che costituiva Pap, inteso come fronte unitario di varie realtà, non esiste più.
  • Sabato 10 novembre una piccola delegazione bresciana, composta da militanti di Sinistra Anticapitalista, del PRC e dei COBAS, ha partecipato alla grande manifestazione antirazzista di Roma. La debolezza della delegazione bresciana (probabilmente una delle più piccole, se non la più piccola, di tutta Italia) è stata in parte giustificata dalla buona partecipazione locale alla mobilitazione anti Pillon (circa un migliaio di partecipanti).
  • Oggi pomeriggio, alle 18,30, oltre 150 persone si sono concentrate in via San Faustino per un’assemblea antifascista. L’assemblea, convocata per organizzare la risposta alla provocazione dei fascisti di Forza Nuova (che vorrebbero organizzare per sabato prossimo un raduno per “ripulire” il Carmine da immigrati, “spacciatori”, ecc.), ha deciso di aderire alla proposta dei genitori delle scuole del quartiere (Calini e Mompiani) di occupare la piazzetta antistante la chiesa, in via S. Faustino, con un pranzo popolare inter-etnico. Alla mobilitazione di sabato hanno finora aderito, oltre ai genitori di cui sopra, l’Anpi “Caduti di Piazza Rovetta”, la Rete Antifascista, Sinistra Anticapitalista, Rifondazione Comunista, il CS Magazzino 47, il CS 28 maggio di Rovato, Potere al Popolo e i volontari della parrocchia di fronte alla quale si terrà il pranzo popolare-presidio.
  • Sempre sabato 17, come previsto da due settimane (prima di venire a conoscenza della provocazione di Forza Nuova), Sinistra Anticapitalista ha organizzato un incontro con l’economista marxista Marco Parodi sul tema del DEF del governo giallo-verde e sulle proposte alternative dei rivoluzionari. L’incontro si terrà presso il Caffè Letterario Primo piano, in via Beccaria, a partire dalle 15.
  • Sempre sabato 17, alle 19,30, presso la Serra di Collebeato (di fianco al circolo ARCI) ci sarà un’apero-cena con musica in sostegno all’EZLN del Chiapas.
Annunci