• Ieri mattina, dopo aver appreso dell’infame arresto del sindaco di Riace, il compagno Mimmo Lucano (“per aver favorito l’immigrazione clandestina”), un piccolo gruppo di compagni, appartenenti in particolare al Comitato Senza Confini e a Sinistra Anticapitalista, ha deciso di organizzare, in poche ore, una risposta immediata, usando il tam tam del telefono e dei social. Nonostante la scarsità di tempo e di forze impegnate, il presidio, indetto alle ore 18 in Piazza Rovetta (Largo Formentone), ha avuto un relativo successo, insperato dagli stessi organizzatori. Oltre un centinaio di compagni era presente al presidio, appartenenti in gran parte, oltre che alle due realtà organizzatrici, al movimento antirazzista che si riconosce nella rete “Restiamo Umani”. Hanno preso la parola varie persone, tra le quali Claudio Taccioli (Comitato Senza Confini), Giorgio Cremaschi (Potere al Popolo) e l’attrice Lella Costa, recuperata dalla Fiera del Libro di Piazza Vittoria. Gli interventi, i cartelli, gli striscioni appesi non si sono limitati ad un approccio “umanitario” (peraltro apprezzabile, ma insufficiente), ma hanno sottolineato le responsabilità, nelle politiche che fomentano il razzismo, di tutti i governi degli ultimi anni, compresi quelli a guida PD (pur con sfumature diverse, ovviamente), e hanno messo l’accento sulla necessità di un “antirazzismo di classe”. Ovviamente, sui mass media locali (esclusa Radio Onda d’Urto) nessun cenno all’iniziativa di ieri.
  • Si sta svolgendo in queste ore il congresso provinciale della FIOM bresciana. Sulla relazione di Bertoli i lettori troveranno più che sufficienti informazioni sui media “mainstream”. Qui ci preme sottolineare la sottodimensionata presenza dei delegati della sinistra FIOM (Il Sindacato è un’altra cosa”): su 302 delegati solo 5 appartengono alla sinistra interna, mentre secondo gli stessi calcoli della “maggioranza” ne sarebbero spettati almeno 8 (avendo ottenuto, secondo i dati della segreteria FIOM, il 2,8% dei voti). Ricordiamo (cosa “dimenticata” dai mass media locali) che i delegati della sinistra hanno potuto presentare le tesi alternative solo in una ventina di assemblee (sulle 800 svolte!). In queste assemblee (alcune delle quali vinte dalla sinistra con maggioranze schiaccianti, come alla Pasotti di Pompiano) la media dei voti ottenuti dalla sinistra si aggira intorno al 30%. È solo l’impossibilità di presentare il documento nel 95% dei luoghi di lavoro (dovuta alla totale mancanza di funzionari e, purtroppo, anche agli ostacoli frapposti alla partecipazione dei delegati della sinistra) che ha portato al risultato inferiore al 3%. Che è comunque quasi il doppio del risultato (1,6%) ottenuto dalla sinistra nel congresso precedente (quando c’erano, oltre ad alcuni funzionari, personaggi conosciutissimi a Brescia come Giorgio Cremaschi ad appoggiare le tesi della sinistra interna). Ora, stando ai numeri, due compagni della sinistra dovrebbero entrare nel direttivo provinciale FIOM (composto da 80 membri). Piccolo “pettegolezzo”: i delegati di Lotta Comunista (che hanno un discreto peso nella FIOM), hanno, ancor più che nel congresso precedente, mantenuto un profilo bassissimo, allineandosi alla maggioranza. Della rivoluzione proletaria e comunista ne parliamo la domenica, nevvero?
  • Pare che la Soprintendenza spinga per riportare il Bigio in Piazza Vittoria, con motivazioni storico-artistiche. Abbiamo già espresso la nostra contrarietà al riguardo. Ripristinare ora la statua dell’Era fascista avrebbe solo il sapore della rivincita, soprattutto in un’epoca di sdoganamento delle ideologie di estrema destra. Se riportano il Bigio, che lo mettano a testa in giù, come il suo ispiratore ideologico a Piazzale Loreto.
  • Stasera, alle 20,30, presso la sede del PRC in via Eritrea, nuova assemblea provinciale di Potere al Popolo. Dino Greco, delegato bresciano al Coordinamento Nazionale, dovrebbe relazionare sulla riunione nazionale di lunedì (che a quanto pare ha sancito un’ulteriore passo avanti nella trasformazione di Pap in un nuovo partito politico, una specie di Pap 2.0). Staremo a vedere.

 

FG

Annunci