simona Un anno fa la nostra compagna Simona ha deciso inspiegabilmente di lasciarci. Ogni essere umano, lo dicemmo già allora, ha il sacrosanto diritto di decidere quando mettere fine alla sua vita. Soprattutto per noi, che non vogliamo né Dio, né padroni che decidano per noi. Ma l’amaro che ci restò in bocca allora non è finito. Dopo un anno sentiamo ancora la sua mancanza. E continuiamo a cantare l’Internazionale nei cortei senza la sua bella voce squillante. Oggi, come allora, un po’ più soli. Hasta siempre, compagna!

Annunci