Aggessioni prima verbali e con saluti romani, poi anche fisiche hanno accompagnato la conclusione della manifestazione per l’identità Valenciana.

Gruppi di estrema destra raggruppati intorno alla statua equestre del re Jaume I hanno disturbato la tradizionale marcia del 9 ottobre organizzata da molte organizzazioni valenciane.

Domenica anche le organizzazioni anticapitaliste e indipendentiste CUP e ARRAN avevano annunciato che avrebbero partecipato in massa a sostegno dell’indipendenza di tutti i paesi catalani.

59dbc684800dd.jpg

Le organizzazioni della sinistra in coda al lungo corteo hanno reagito allontanando i fascisti che cercavano di aggredirli anche con pali e sbarre di ferro.

Diverse persone ferite.

Completamente passiva la polizia che ha lasciato fare il gruppo di fascisti.

Intanto la confindustria catalana chiede a Puigdemont di non proclamare l’indipendenza.

Annunci