Brescia, rissa migrante-capotreno: “Sei un negro di merda”
Non ci sarebbe stato alcun pestaggio. Anzi, sarebbe stato lo stesso capotreno prima ad insultare, poi ad aggredire il ragazzo senegalese che viaggiava senza biglietto, mordendolo al braccio. La diversa versione (supportata da un video) di quanto accaduto sul convoglio Trenord diretto da Brescia a Cremona, ci è stata fornita da una testimone oculare della vicenda, la stessa autrice del filmato divenuto virale sul web, che — tagliato in modo arbitrario — ha però fornito una versione parziale e fuorviante della vicenda.„

Rissa col capotreno, guarda il video
completo: “Negro di merda”

Indignata per quanto raccontato da tutti i media sui fatti di sabato pomeriggio, J.S. (queste le iniziali della giovane testimone) ci ha raccontato la sua verità. Una versione dei fatti di cui sarebbero a conoscenza anche i Carabinieri di Bagnolo Mella, ma che non coincide pienamente con quanto reso noto dai militari, per i quali è stato solo il senegalese ad aver aggredito e poi rapinato il capotreno.

Questo è quanto si legge nella nota stampa diffusa dalla Compagnia di Verolanuova: “L’uomo a bordo del treno regionale 5353 proveniente da Brescia e diretto a Cremona, successivamente, a richiesta del titolo di viaggio da parte del capotreno, si alzava dal proprio posto dando inizio ad acceso diverbio con il medesimo. Il senegalese spintonava a terra il capotreno cercando di guadagnare l’uscita. Constatato il blocco delle porte, tornava indietro e si accaniva nei confronti del capotreno strappandogli il palmare e l’apparecchio POS in uso e di proprietà di Trenord, per poi guadagnare l’uscita non appena si avvedeva dell’apertura della porta del vagone successivo al proprio”.

„Testimone e video: la versione è un’altra“

Di seguito, invece, la testimonianza della ragazza: “Il controllore, ancor prima di questo episodio, parlava da solo ad alta voce commentando con insulti coloriti e razzisti. Il ragazzo si era nascosto nel bagno perché non aveva il biglietto, e il controllore continuava a gridare: ‘Negro di merda, sei bravo a giocare a nascondino, però a pagare il biglietto no’. E ancora: ‘Negri di merda portate rispetto’. Il tutto accompagnato da bestemmie. A un certo punto il ragazzo è uscito dal bagno e gli ha dato la carta di credito per pagare, poi buttata dal capotreno non si sa dove. Per questa ragione, il ragazzo ha perso la calma e lo ha spinto per terra, prendendogli il palmare per farsi ridare la carta. Il capotreno continuava a urlare come un pazzo e a bestemmiare, ma nessuno lo ha toccato.”

A cercare di sedare gli animi sarebbe stato un giovanissimo passeggero: “Nessuno degli uomini che assistevano alla scena ha fatto qualcosa, solo un ragazzino di 16 anni è intervenuto, anche se non c’era poi molto da fare perché il ragazzo non ha pestato il capotreno. Anzi, è successo il contrario: il controllore ha morso il senegalese al braccio e nel video si vede bene”.

Il 27enne senegalese è stato arrestato dai militari della stazione di Verolanuova. Il provvedimento è poi stato convalidato dal giudice, che ha disposto l’obbligo di presentazione giornaliera ai carabinieri.

Da brescia today

 

 

 

Annunci