Continua la lotta  di lavoratrici e lavoratori di Sia Autoservizi del gruppo Arriva in difesa  di salario e dignità.

24 ore di sciopero, con salvaguardia delle fasce di garanzia (dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 11,30 alle 14,30),  indetto dai 580 lavoratrici e lavoratori della Sia Autoservizi , azienda del trasporto pubblico locale che gestisce i collegamenti bus tra Brescia città e la provincia, un servizio utilizzato ogni giorno da migliaia di persone, in particolare studenti e pendolari.

Lo sciopero organizzato dalle RSU aziendali e dai sindacati Cobas Trasporti, Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl e Faisa Cisal che giunge dopo quello già effettuato del 21 agosto scorso di 4 ore , e quello di 24 ore del 12 settembre.

Le motivazioni  sono le stesse di questi ultimi scioperi:  la disdetta unilaterale da parte dell’azienda di tutti gli accordi aziendali, che pesano sulla retribuzione dei lavoratori, ed un grave attacco anche all’organizzazione del lavoro che non potrà non avere effetti più che negativi anche sul servizio che verrà fornito all’utenza.

La partecipazione è altissima: si parla della quasi totalità di adesione tra gli autisti, che erano numerosi questa mattina agli ingressi del deposito per un presidio che poi si è portato alla stazione degli autobus per sensibilizzare cittadini e utenti in attesa.

 

Annunci