Da Repubblica on line di Ettore Livini

……La Grecia ha attraversato tempi economici difficili, ha detto Obama, aggiungendo che la politica della sua amministrazione è stata di favorire la crescita e l’ottimismo “fianco a fianco con il popolo greco”. Il presidente americano ha infine voluto esprimere l’appprezzamento per “la compassione” della Grecia verso i rifugiati. È importante, ha detto, che non sia un solo Paese ha sopportare il peso, ma che si affronti la questione dei migranti in maniera ordinata e compassionevole.

Il centro della città – scelta non facile per un partito di sinistra come Syriza – è stato dichiarato zona rossa dove oggi e domani sarà proibito tenere cortei. Nella capitale sono schierati 4.500 agenti ellenici, supportati da 300 “rinforzi” specializzati arrivati apposta dagli Stati Uniti e da due giorni è parcheggiata all’aeroporto “The beast”, la Cadillac superblindata della Casa Bianca con la carrozzeria spessa 20 cm e i vetri di 13 cm di spessore a prova di attacchi con bombe e granate. È l'”utilitaria” che il presidente americano userà per muoversi sotto il Partenone. Diverse strade del centro, come le stazioni della metropolitana, sono chiuse al traffico.

A preoccupare gli apparati di sicurezza ellenici sono le manifestazioni iniziate già da stasera degli anarchici al Politecnico e dal Partito comunista greco a Omonia per protestare contro la visita di stato americana proprio alla vigilia del 17 novembre, anniversario della drammatica rivolta degli studenti del ’73 soffocata nel sangue dalla Giunta militare, sostenuta allora da Washington.

Obama resta in Grecia due giorni e potrebbe (ma non è certo) fare un blitz a Lesbos per rendere omaggio all’impegno del Paese sul fronte dei rifugiati. Domani, prima di proseguire il suo viaggio in Germania, il presidente americano dovrebbe tenere un discorso di bilancio dei suoi otto anni alla Casa Bianca. In queste 48 ore, Barack Obama dovrebbe caldeggiare con Bruxelles una ristrutturazione del debito ellenico (sostegno ormai quasi solo simbolico vista l’elezione di Donald Trump) e spingere per una soluzione equa del dramma dei migranti e del caso Cipro.

Annunci