1 maggio Brescia ridurre orario di lavoro a parità di salario, per vivere e per l’occupazione di tutti. Sanità, scuola e servizi pubblici di qualità e gratuiti. Tasse a chi si è arricchito in questi anni. Solidarietà tra tutti i lavoratori abolizione dei decreti assassini di Minniti-Salvini e permesso di soggiorno slegato dal contratto di lavoro. Centinaia di lavoratori, oltre due ore e mezza di interventi e ottima musica, senza sponsor. Vergogna a chi il 1 maggio da credibilità a multinazionali che devastano il pianeta o finanziano il commercio di armi.