Nella foto Lennon in manifestazione con Red Mole giornale della Quarta Internazionale in Gran Bretagna. A Red Mole affidava interviste di natura politica e culturale.

leggo su Repubblica:

Imagine di John Lennon? Canzone marxista e comunista”

”Durante l’ultima puntata di ‘In Onda’, il programma condotto da Luca Telese e David Parenzo su La7, si apre il dibattito su uno dei brani più famosi della storia del pop-rock. Interpellata in merito, risponde anche l’europarlamentare della Lega, ed ex sindaca di Cascina (Pisa), Susanna Ceccardi, che in passato aveva già manifestato contrarietà per il brano di John Lennon: “Immagina un mondo senza religioni, senza confini e senza proprietà privata: qualcuno quel mondo l’ha realizzato…” spiega Ceccardi, riferendosi all’Unione Sovietica”.

Mezza verità.

La povera Ceccardi evidentemente confonde, come molti, il comunismo con l’URSS di Stalin, o per ignoranza e per malafede.

Milioni di comunisti si sono battuti per una società libera in tutto il mondo, anche in Unione sovietica e Cina, e spesso hanno pagato con la prigione o la vita.

Lennon era comunista, era un libertario, e non pensava per nulla che in Unione Sovietica ci fosse il comunismo, anzi.

Decontestualizzare le azioni e le canzoni degli artisti non serve a capire e a godere a pieno le loro opere.

John Lennon scrive mentre l’Unione sovietica esisteva, e scrive:

Immagina che non ci sia alcun paradiso 
Imagine there’s no heaven 

È facile se ci provi 
It’s easy if you try 

Niente inferno sotto di noi 
No hell below us 

Solo il cielo sopra di noi 
Above us only sky 

Immagina tutte le persone vivere per oggi
Imagine all the people living for today

Immagina non ci siano nazioni
Imagine there’s no countries 

Non è difficile da fare 
It isn’t hard to do 

Niente per cui uccidere o morire 
Nothing to kill or die for 

E anche nessuna religione 
And no religion too 

Immagina tutte le persone che vivono la vita in pace, tu
Imagine all the people living life in peace, you

Puoi dire che sono un sognatore 
You may say I’m a dreamer 

Ma non sono il solo 
But I’m not the only one 

Io spero che un giorno ti unirai a noi 
I hope some day you’ll join us 

E il mondo sarà come una cosa sola
And the world will be as one

Immagina di non possedere 
Imagine no possessions 

Mi chiedo se puoi 
I wonder if you can 

Non c’è bisogno di avidità o fame 
No need for greed or hunger 

Una fratellanza dell’uomo 
A brotherhood of man 

Immagina tutte le persone che condividono tutto il mondo, tu
Imagine all the people sharing all the world, you

Puoi dire che sono un sognatore 
You may say I’m a dreamer 

Ma non sono il solo 
But I’m not the only one 

Io spero che un giorno ti unirai a noi 
I hope some day you’ll join us 

E il mondo sarà come una cosa sola
And the world will be as one

L’URSS di Stalin e dei suoi epigoni, non c’entra nulla con milioni di giovani e lavoratori che lottavano per un mondo senza ingiustizie e sfruttamento.

John Lennon era un comunista libertario e le sue canzoni e la sua vita lo testimoniano.

Questo il video di Power to the people.