3 eurodeputati francesi della GUE (Sinistra Europea) hanno formalizzato una richiesta alla Commissione Europea (e in particolare a Dirk Beckers Direttore dell’INEA) perchè in questo momento di emergenza sanitaria e sociale si indirizzino  i finanziamentiprevisti per l’inutile grande opera del TAV verso progetti sicuramente prioritari e maggiormente sostenibili.

Questo come risposta indiretta all’annuncio fatto dal direttore di TELT, Mauro Virano, che ha sostenuto di voler procedere con i bandi di gara della linea Torino-Lione entro la fine di marzo 2020, nonostante la gravissima situazione che si sta vivendo a causa dell’emergenza legata a Covid-19. 

Di seguito la richiesta degli eurodeputati francesi (al momento non ripresa e sostenuta da nessun europarlamentare italiano)

Gentile Direttore,

Speriamo innanzitutto che lei e i suoi cari non sia stati colpiti dalla grave crisi che attraversiamo attualmente.

In una nota pubblicato mercoledì l’INEA (Innovation and Networks Executive Agency), l’agenzia che lei dirige, segnale che sta facendo tutto il possibile per garantire continuità alla sue attività, nonostante la situazione eccezionale legata al COVID19. In questo contesto, siamo venuti a conoscenza del fatto che l’INEA potrebbe firmare prima del 31 marzo l’accordo per prolungare la sovvenzione accordata all’azienda TELT nel quadro del progetto della linea ad alta velocità Lione-Torino.

Oltre al fatto che gli estremi di questa eventuale proroga non ci sono stati trasmessi nonostante li abbiamo richiesti a più riprese, ci sembra che, visto il contesto attuale, la prudenza e il buon senso implicherebbero di sospendere la decisione. Il settore dei trasporti, in effetti, è colpito in pieno dall’attuale crisi, numerose imprese si trovano in grave difficoltà finanziaria e progetti urgenti non potranno essere realizzati. Per questo la Commissione europea, e quindi l’INEA, devonomissioni non si faranno sentire che, nel migliore dei casi, dopo 15 anni. In più TELT ha già accumulato ritardi a ripetizione nell’esecuzione dei lavori rimettendo in causa la sua affidabilità.

Per tutte le ragioni esposte le chiediamo, Direttore, di sospendere la validazione della proroga alle sovvenzioni accordate a TELT e di prendere in esame il loro reindirizzamento verso progetti economicamente ed ecologicamente sostenibili.

Ci teniamo a disposizione per qualsiasi richiesta di chiarimento, e la ringraziamo in anticipo per la sua cooperazione e risposta.

Migliori saluti,

Leila Chaibi, deputata europea, membro della Commissione europea per i trasporti e il turismo (TRAN)

Anne-Sophie Pelletier, deputato europea, membro della commissione TRAN

Manuel Bompard, deputato europeo, membro della Commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare (ENVI)