Come (quasi) tutti sanno, il 27 gennaio è il “Giorno della Memoria”. In quel giorno, 75 anni fa, l’Armata Rossa liberava i pochi sopravvissuti del campo di sterminio di Auschwitz. Ogni 27 gennaio si ricordano i milioni di ebrei, “zingari”, antifascisti, omosessuali, ecc. sterminati nei lager nazisti sparsi un po’ in tutta l’Europa centro-orientale. Quest’anno il neonato movimento delle Sardine, nato appunto per contrastare l’ondata razzista e neofascista che sta appestando l’atmosfera politica in Italia, ha deciso, almeno qui a Brescia, di dar vita ad una giornata di mobilitazione particolare, con un flash mob previsto per il tardo pomeriggio di sabato 25 in Piazza Vittoria. La proposta di organizzare l’evento è stata resa pubblica pochi giorni fa in un’assemblea a cui ha partecipato quasi tutta la sinistra bresciana (presenti, oltre a noi di SA, il PRC, il Forum Sociale Anticapitalista, l’ANPI, Sinistra Italiana, Restiamo Umani, Libertà e Giustizia, Radio Onda d’Urto, il CS Mag 47, ecc.). Ecco il testo dell’evento, pubblicato sulla pagina Facebook delle Sardine bresciane.

CAMPAGNA DI CROWDFOUNDING PER L’INIZIATIVA:

https://www.eppela.com/flashmobsardinebrescia
DESCRIZIONE:

Dopo aver riempito Piazza della Vittoria con migliaia di persone abbiamo deciso di onorare il tema della Giornata della Memoria ritornando in quella piazza, ma con uno stile e una modalità del tutto nuovi.

Coinvolgeremo la piazza nella realizzazione di un flash mob che resterà, insieme al primo, nella storia di questa Città e di questa Provincia.
Per fare questo ci sarà il bisogno del sostegno e della presenza di tutte le sardine bresciane!

Ognuno di voi sarà parte attiva e protagonista della coreografia che, insieme a professionisti del settore, stiamo realizzando per non lasciare nulla al caso. La Giornata della Memoria rievoca quel tragico periodo storico, non troppo lontano da noi. Un passato che non deve ritornare!

Di seguito una poesia di Martin Niemöller (1892-1984) che pensiamo possa caratterizzare a pieno il senso di quella giornata.

«Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare»

La nostra promessa sarà quella di farvi divertire, ma anche riflettere, di dare spazio alle persone, alle famiglie, a chi si sente un pesce fuor d’acqua. Le Sardine di Brescia e Provincia intendono restituire un mare pulito e aperto a tutti coloro vogliono nuotare, sentendosi liberi, apprezzati e accolti!

Vi aspettiamo numerosi!

6000 Sardine Brescia e Provincia

Il circolo “Guido Puletti” di Sinistra Anticapitalista aderisce a questa iniziativa, invitando tutti a partecipare attivamente alla preparazione del flash mob.