Il Parlamento iracheno ha approvato una risoluzione, in cui chiede al governo di mettere fine alla presenza di truppe straniere, in primis quelle Usa, dal Paese, sullo sfondo delle crescenti tensioni per l’uccisione a Baghdad del comandante iraniano Qassem Soleimani.

Ma Se le truppe Usa saranno costrette a lasciare l’Iraq, ha fatto sapere Trump, ci saranno “sanzioni enormi” contro Baghdad. “Abbiamo lì una base aerea straordinariamente costosa. Costruirla è costato miliardi di dollari, molto prima di me”.

“Non ce ne andremo a meno che non ci rimborsino”, ha detto Trump ai giornalisti a bordo dell’Air Force One.
Se l’Iraq chiedesse alle forze statunitensi di andarsene “vareremo contro di loro sanzioni come non le hanno mai viste prima, che in confronto quelle all’Iran sembreranno morbide”, ha aggiunto.

Inoltre: “Se l’Iran dovesse attaccare qualunque persona o obiettivo americano gli Stati Uniti colpiranno subito anche in maniera sproporzionata”, ha scritto su Twitter Donald Trump. “Questi post serviranno come notifica al Congresso”, aggiunge il presidente Usa, che afferma come “nessun avviso legale è richiesto, e ciò nonostante viene fornito”.

La sostanza è siamo i più forti e facciamo quello che vogliamo. Le leggi interne degli Stati Uniti e internazionali che abbiamo imposto agli altri per noi non valgono. Possiamo fare azioni di guerra o di terrorismo come vogliamo.

Che il parlamento di un paese che dovrebbe essere sovrano chieda di ritirare le truppe straniere dal proprio territorio, fa solo incazzare il Presidente che non si sogna di dare seguito alla richiesta.

Ma sarà vero che gli Usa possono fare tutto quello che vogliono? In passato politiche di onnipotenza sono costate care agli Usa, dalla guerra in Vietnam all’invasione dell’Afghanistan e dell’Iraq stesso.

Minacciare tutti i paesi alleati dichiarando che la loro sovranità vale solo fino a che non contrasta con la politica Usa è utile all’imperialismo americano e alla sua propaganda?

E’ utile al consenso interno dei lavoratori Usa al capitalismo americano?

Grandi manifestazioni contro la guerra sono già in corso negli Usa e in molte parti del mondo.

Forse non è così vero che Trump può fare ciò che vuole.