Santiago del Cile: la polizia dopo aver dato la cifra di 820.000 persone che stanno manifestando contro il governo ha aggiornato il numero dei manifestanti a Santiago in 1.200.000 , la più grande manifestazione di sempre in Cile. Contemporaneamente enormi manifestazioni in tutte le città e paesi.

Lo stato d’emergenza e il divieto di manifestare è ormai ignorato, il coprifuoco a Santiago e Valparaiso pure, nonostante i 5.000 arresti soprattutto negli ultimi tre giorni nelle città minori, dove l’esercito si mostra più brutale.

Il presidente Piñera alla televisione ha dichiarato che il messaggio del popolo cileno è stato capito bene! (Il sottinteso è: adesso basta manifestare?)

Il parlamento ha appena votato la riduzione dell’orario di lavoro da 45 a 40 ore massimo, l’aumento del salario minimo del 20% e delle pensioni minime del 15% e altre misure…. la paura della rivoluzione è sempre un buon incentivo per le riforme….