Più di 10.000 persone hanno costretto questa sera la guardia civil ad abbandonare l’assedio alla sede centrale della CUP a Barcellona. La deputata della CUP Gabriela Serra ha dichiarato: oggi con la mobilitazione abbiamo vinto, il referendum si conquista nelle strade. Al porto di Palamos (Girona) le autorità portuali hanno impedito ad un traghetto della guardia civil di ormeggiare. E’ uno dei quattro traghetti che dovrebbero ospitare per la notte le 5.000 guardia civil fatte affluire oggi in catalogna. In plaza Catalugna nel pomeriggio è comparso un gigantesco striscione con scritto: benvenuti nella repubblica di Catalogna. A Madrid migliaia di persone si sono concentrate a Puerta del Sol al grido di Libertad e Votarem! Molte le bandiere catalane, ma anche repubblicane.

Ieri sera, prima della repressione, ad una riunione di Anticapitalistas di Madrid per preparare la solidarietà con il popolo catalano in una sala di 130 posti si sono presentate 500 persone; si è dovuta svolgere per strada. Manifestazioni sono in corso nelle principali città. Susanna Diaz governatrice “socialista” dell’Andalucia ha difeso l’operato del governo contro l’illegalità, nel frattempo in tutte le città andaluse si stanno svolgendo grandi manifestazioni di solidarietà con la Catalogna.

Rajoy sta parlando dal palazzo della Mocloa alle televisioni riunite, dichiara il referendum una chimera irrealizzabile e invita la Generalidad a rinunciare ed a rientrare nella legalità. se non lo faranno ne risponderanno davanti alla giustizia. Stesse cose ha detto nel tardo pomeriggio Pedro Sanchez segretario generale del PSOE invitando i catalani a rinunciare e a trattare.

Ormai tutta Podemos è schierata contro la repressione del governo e per il diritto a decidere. Pablo Iglesias e Ada Colau chiamano alla mobilitazione nelle strade per difendere la democrazia. Tutte le principali forze politiche di Euskadi chiamano alla mobilitazione.

La guardia civil chiede di esautorare i Mossos, la polizia catalana in quanto inaffidabili nella repressione.

Alle 21 i giornalisti stimano in oltre 40.000 davanti alla Conselleria Economia di Barcellona, occupata dalla polizia nazionale. Molte altre manifestazioni sono in corso a Barcellona.

Incalcolabile la folla in Piazza Catalogna e nelle vie adiacenti.

Domani sciopero generale? ne stanno discutendo i sindacati.

Annunci