Migliaia di persone si stanno concentrando nelle strade delle città catalane, in alcuni casi interrompendo il lavoro. Primi scontri con la guardia civil nella periferia di Barcellona.

Questa sera manifestazioni in tutte le città dello stato spagnolo, a Madrid a Puerta del sol dalle 19,30.

Da più parti si chiede lo sciopero generale.

Dalle 13,30 sono circondate dalla guardia civil le sedi della CUP l’organizzazione di estrema sinistra indipendentista.

I deputati di Podemos stanno abbandonando i lavori delle commissioni parlamentari per protesta.

Pochi minuti fa Puigdemont ha dichiarato che di fatto in Catalogna c’è lo stato d’emergenza, che il governo catalano non farà nessun passo indietro, e fa appello ai cittadini per una risposta democratica e pacifica. Il referendum del 1 ottobre è confermato.

Annunci