Nell’ambito del percorso del Brescia Pride, il Centro Studi “Livio Maitan – Camillo Berneri” organizza un incontro lunedì 3 aprile, alle 20,30, al Caffè Letterario Primo piano di via Beccaria, a Brescia, che, a partire dalla lettera di A. Kollontaj (Largo all’Eros alato!) e dal dibattito sulla liberazione sessuale durante la rivoluzione russa, si colleghi alla situazione attuale.

La relazione introduttiva sarà Eliana Como, militante femminista, sindacalista dell’opposizione FIOM e comunista internazionalista. Interverranno: Patrizia Colosio (Pianeta Viola, coorganizzatrice del Brescia Pride) e Mauro Colombo (Fronte Anti-Cattolico, militante del movimento LGBT di Brescia).

La Rivoluzione d’Ottobre, della quale quest’anno si celebra il centenario, ha sconvolto profondamente il mondo in ogni settore del vivere. Le luci di libertà che ha acceso e che, purtroppo, lo stalinismo ha successivamente soffocate, possono essere oggi ripensate ed attualizzate, per riprendere la lotta per un’alternativa al sistema capitalista, padrone del mondo, ma prodromo di crescenti barbarie.
Le vette raggiunte con l’Ottobre nell’arte, nella letteratura, nel cinema sono tuttora rintracciabili, mentre le sperimentazioni di superamento della morale patriarcale, la ricerca di nuovi rapporti tra rivoluzione e vita quotidiana, tra personale e politico, i nuovi rapporti di genere e tra le generazioni, rimangono perlopiù dimenticati.
Per approcciare questi temi intendiamo partire dalla lettera alla gioventù lavoratrice scritta da Alexandra Kollontaj intitolata “Largo all’Eros alato!” il cui testo verrà distribuito durante l’evento.
L’obiettivo che ci proponiamo come Centro Studi “Maitan-Berneri” è riprendere questo filo, rimettere in discussione questi temi. Data la complessità dell’argomento, siamo consapevoli che questa sarà solo l’apertura di una discussione, che dovrà crescere tra le nuove generazioni, tra chi intende raccogliere il testimone dei rivoluzionari e delle rivoluzionarie dell’Ottobre.

 

Annunci