“Ricevere la Palma, è un po’ curioso perché dobbiamo ricordarci che i personaggi che hanno ispirato questo film sono i poveri della quinta potenza mondiale: l’Inghilterra.
Fare del cinema è formidabile e, come si vede questa sera, importantissimo. Il cinema fa vivere la nostra immaginazione, ci porta nel mondo il sogno, ma ci presenta il mondo in cui viviamo. Ma questo mondo è in una situazione pericolosa. Siamo in vista di un progetto di austerità, che è sorretto da idee che noi definiamo neo-liberiste che rischiano di condurci alla catastrofe. Queste pratiche hanno ridotto in miseria milioni di persone, dalla Grecia al Portogallo, con una piccola minoranza che si arricchisce vergognosamente. Il cinema ha molte tradizioni, una di queste è quella di rappresentare un cinema di protesta, che mette in primo piano il popolo contro i potenti, spero che questa tradizione si conservi.
Affrontiamo dei periodi di disperazione, di cui l’estrema destra può approfittare. Alcuni tra noi sono abbastanza anziani per ricordare ciò che questo ha provocato. Quindi dobbiamo dire che altro è possibile. Un altro mondo è possibile e necessario.”

Trad. Di Cinzia Nachira

Annunci