Ieri, lunedì 24 agosto, il secondo Anniversario dalla costituzione di “Restiamo Umani Brescia”. Due anni in cui donne, uomini, comitati, associazioni, ma anche realtà politiche, si sono ritrovati ogni venerdì nelle piazze e nella strade di Brescia per rompere il muro del silenzio e far sentire la propria voce contro razzismo e fascismo.

Una data non casuale quella del 24 agosto. Due anni fa infatti, proprio in quei giorni, ci fu il sequestro nel porto di Catania della nave Diciotti, a bordo della quale si trovavano decine di migranti, su ordine dell’allora Ministro dell’Interno e leader della Lega Salvini.  al quale decine di città risposero con manifestazioni e presidi.

L’iniziativa, tenutasi come in Largo Formentone, ha visto la presenza di oltre un centinaio di persone e l’intervento, oltre che di alcuni attivisti bresciani, anche di Mimmo Lucano, già sindaco di Riace e simbolo dell’accoglienza, e di Fulvia Conte, compagna del Centro Sociale ESC di Roma e membro del Rescue Team di Mediterranea Saving Humans.

Inoltre musica con canzoni antirazziste e antifasciste cantate da Bruno Podestà.

La prossima iniziativa venerdì 11 settembre in corso Zanardelli dalle 17,30 per dire no al razzismo e alla demagogia del taglio autoritario dei parlamentari.