14esima notte – e 15esimo giorno – di lotta per le 30 lavoratrici della Piaggio di Pontedera (Pisa), ancora in occupazione sul tetto della fabbrica toscana, sostenute dal sindacato di base Usb. Le occupanti sono precarie storiche di Piaggio, il più grande costruttore europeo di veicoli motorizzati a due ruote, con contratti rinnovati di anno in anno – o di pochi mesi in pochi mesi – da 10, 12 o addirittura 15 anni.

L’azienda, che nell’ultimo anno ha fatto registrare utili superiori ai 40 milioni di euro, ha deciso ora di non rinnovare più i loro contratti, “temendo” una stabilizzazione. Per questo le lavoratrici hanno deciso di salire sul tetto dello storico “Palazzo Blu”, cuore del polo produttivo toscano. Il tavolo ottenuto con la lotta al ministero del lavoro non ha al momento sbloccato la situazione, portando alla stabilizzazione di tutte le lavoratrici. Per questo restano sul tetto, nonostante il freddo e il forte vento delle ultime ore. A portare loro solidarietà, nelle ultime ore, sono arrivate le compagne pisane de “La Limonaia – Zona Rosa” e Aboubakar Soumahoro, di Usb.