La scuola scelga una data diversa dal 6 marzo, altrimenti in grave contrapposizione con lo sciopero internazionale femminista di NUDM

Abbiamo saputo sabato che la FLC CGIL e varie altre sigle sindacali hanno indetto lo sciopero della scuola il 6 marzo. Siamo sconcertate e francamente arrabbiate per la scelta della data, così incredibilmente a ridosso dello sciopero internazionale contro la violenza sulle donne e contro le discriminazioni del 9 marzo già convocato da tempo.  

La scelta di questa data è un vero e proprio schiaffo allo sciopero femminista del 9 marzo, tanto più grave visto che riguarda uno dei settori più femminilizzati del mondo del lavoro.

Subito dopo l’8M dell’anno scorso, in una intervista a Rossana Rossanda su Il manifesto, l’allora neo-eletto segretario generale della Cgil rispose alla critica di non aver partecipato allo sciopero contro la violenza sulle donne del 2019, dicendo, tra le altre cose, che l’organizzazione aveva bisogno di una discussione ampia su questo e l’avrebbe fatta nell’anno a venire. 

Ad oggi, a sole 3 settimane dallo sciopero del 2020, quella discussione non è mai stata fatta. E’ stata sollecitata anche nel corso dell’ultimo direttivo nazionale. Salvo poi leggere, sempre su Il manifesto di qualche giorno fa, che la CGIL ‘prende tempo’ per dichiarare se aderirà e sosterrà o meno lo sciopero del 9M. 

Attendere cosa! Avevamo un anno di tempo per discutere all’interno dell’organizzazione se aderire o meno (senza considerare che il movimento ha lanciato il primo sciopero internazionale nel 2017). A 3 settimane dallo sciopero, cosa dobbiamo attendere ancora! 

Bisognerebbe solo dire se aderiamo o no. Va dà sé che alcune strutture, delegate e RSU/RSA, come gli altri anni, aderiranno comunque.

Noi sciopereremo! Ma altra cosa, ovviamente, sarebbe un pronunciamento forte e chiaro della CGIL. 

In tutto questo, la dichiarazione dello sciopero della scuola il 6M non fa che peggiorare la situazione. Non solo ‘non abbiamo discusso’, non solo ‘attendiamo’. Così finiamo per boicottare lo sciopero del 9M. 

Una scelta davvero sbagliata. Ci auguriamo che la Flc si renda conto e decida un’altra data (d’altronde lo sciopero della scuola era già stato annunciato per il 17M). E che la CGIL non rimandi oltre e aderisca finalmente, dopo 4 anni, allo sciopero contro la violenza contro le donne e contro ogni forma di discriminazione. 

Di fronte all’incessante numero di femminicidi e al riaffermarsi in tutto il mondo di sessismo, violenza e omofobia, non c’è davvero altro tempo da perdere!

1. Alda Colombera – SPI CGIL

2. Alessandra Cigna – FLC CGIL

3. Anna Della Ragione – FLC CGIL

4. Anna Trono – FILCAMS CGIL

5. Annarita Galli – FILCAMS CGIL

6. Antonella Grillo – FILCAMS CGIL

7. Antonella Martin – SLC FISAC

8. Antonella Stasi – FIOM CGIL

9. Antonella Visintin – SPI CGIL

10. Aurora Bulla – FILCTEM CGIL

11. Chiara Bramanti – SPI CGIL

12. Chiara Leoncini – FP CGIL

13. Chiara Rossi – FISAC CGIL

14. Cinzia Colaprimo – FIOM CGIL

15. Cinzia Niccolai – FILCAMS CGIL

16. Claudia Farina – FLC CGIL

17. Claudia Rancati – FLC CGIL

18. Corallina De Maria – SLC CGIL

19. Cristiana Cordero – SLC CGIL

20. Cristina Cogno – SLC CGIL

21. Daniela Arthemalle – FIOM CGIL

22. Daniela Boschi – FISAC CGIL

23. Daniela Mangiacotti – FIOM CGIL

24. Daniela Valdenassi – SLC CGIL

25. Delia Fratucelli – SLC CGIL

26. Diletta Parrino – FLC CGIL

27. Donatella Ascoli – FILCAMS CGIL

28. Eliana Como – FIOM CGIL

29. Elisa Gobbi – SPI CGIL

30. Erica Previtali – FIOM CGIL

31. Franca Treccarichi – FP CGIL

32. Francesca Gramigni – FISAC CGIL

33. Francesca Paoloni – FP CGIL

34. Genny Sardo – SPI CGIL

35. Giovanna Capelli – SPI CGIL

36. Giovanna Vertova – FLC CGIL

37. Giulia Siringo – FP CGIL

38. Giuliana Righi – CGIL

39. Giusi Di Pietro – FIOM CGIL

40. Ida Vignarolo – SPI CGIL

41. Isabella Liguori – FILCAMS CGIL

42. Laura Brusa – FILCAMS CGIL

43. Laura Lanfranchi – SLC CGIL

44. Leda Di Santo – FLC CGIL

45. Lorella Saccon – FIOM CGIL

46. Loretta Sabattini – FIOM CGIL

47. Lucia Brilli – FISAC CGIL

48. Manuela Giacomini – SLC CGIL

49. Maria de Flumeri – FP CGIL

50. Maria Falcitelli – FISAC CGIL

51. Maria Grazia Taddeo – FILCAMS CGIL

52. Maria Napolitano – FISAC CGIL

53. Marilena Maragliulo – FLC CGIL

54. Maura Verra – FILCAMS CGIL

55. Miria Pericolosi – SPI CGIL

56. Monica Busi – FILCAMS CGIL

57. Monica Di Fraia – FISAC CGIL

58. Monica Giudice – FILCAMS CGIL

59. Monica Tassi – FLC CGIL

60. Nelli Tyus – FISAC CGIL

61. Paola Morandin – FIOM CGIL

62. Patrizia Poselli – SPI CGIL

63. Patrizia Tardivello – SPI CGIL

64. Pierina Trivero – SLC CGIL

65. Rosy Musu – FISAC CGIL

66. Rossana Aluigi – SPI CGIL

67. Rossella Lanci – FILCAMS CGIL

68. Samira Giulitti – FISAC CGIL

69. Sandra Pellizzon – SPI CGIL

70. Savina Ragno – FILCAMS CGIL

71. Shiow-hwa Chang – SLC CGIL

72. Simona Baldanzi – CGIL

73. Stefania Masoero – FILCAMS CGIL

74. Stefania Roba – SLC CGIL

75. Susanna Cherchi – FILCAMS CGIL

76. Wilma Perez – FILCTEM CGIL

77. Maria Scala – FILCAMS CGIL

78. Filomena Lamacchia – FILCAMS CGIL