La pagina Facebook ufficiale delle “6000 sardine” è stata oscurata nella serata di domenica. A denunciarlo sono gli organizzatori del movimento nato poche settimane fa a Bologna. La pagina Facebook principale (molte pagine locali sono nate nelle ultime ore) è lo strumento primario di comunicazione del movimento. L’indirizzo facebook.com/6000sardine risulta infatti non accessibile e nelle ricerche fatte all’interno dell’app la pagina “6000 sardine” non è trovabile.

Oscurata anche la pagina di riserva “6000 sardine 2”.

La notizia è stata confermata dal movimento con un comunicato. “La pagina 6000 sardine è stata oscurata pochi minuti fa senza giusta causa. In mancanza di post offensivi, violenti o lesivi dei diritti della persona, è stata comunque bersaglio di un gran numero di segnalazioni. Questo ha automaticamente generato l’oscuramento della pagina. Siamo fiduciosi che possa tornare on-line nelle prossime ore, ma non abbiamo certezza dei tempi. Si vede che un mare silenzioso fa molto più rumore di quanto si possa pensare”.

Facebook consente agli utenti di segnalare eventuali comporamenti scorretti da parte di una pagina, ma non è chiaro cosa abbia spinto in questo caso il blocco.

Sarebbe utile che i movimenti riflettessero su che strumenti di informazione e coordinamento darsi, per non dipendere dalla benevolenza delle multinazionali dell’informazione.