Questa mattina ci siamo svegliati con una terribile notizia: un treno carico di pendolari è deragliato all’alba alle porte di Milano. Il bilancio provvisorio è di 100 feriti, una decina gravi e almeno 3 donne morte. Nostri morti. Già, perché questi treni sono pieni di lavoratori e lavoratrici che ogni giorno sono costretti a farsi centinaia di chilometri per andare a lavorare. E questo viaggio lo fanno in condizioni estreme: convogli vecchi, posti insufficienti, treni in costante ritardo.

Per questo dobbiamo pretendere nuovi investimenti sul trasporto ferroviario locale, anziché buttare risorse nelle linee ad alta velocità: investimenti utili a molti e non solo per pochi fortunati. Ci servono treni sicuri, moderni, efficienti, per un diritto alla mobilità che sia davvero alla portata di tutti e che non metta più in pericolo la vita delle persone. Sentiamo sempre parlare di sicurezza e poi accadono queste tragedie.

Vogliamo giustizia per le vittime e diritti per tutti i pendolari!
Basta privatizzazioni! Basta morti sul lavoro!

Annunci