di Tariq Farooq

È ora evidente che l’imperialismo USA ha perso tutto quanto ha investito in uomini e mezzi finanziari in Afghanistan. I talebani hanno occupato l’Afghanistan senza combattere. Quanto è stato speso in Afghanistan in nome dello sviluppo, della “democrazia” e nell’addestramento delle forze armate in questi 20 anni è senza precedenti nella storia mondiale.

Secondo il Progetto Costo della Guerra (Cost of War Project), gli Stati Uniti hanno riversato in Afghanistan 2.226 miliardi di $. Questa somma avrebbe potuto fornire un’istruzione e un’assistenza sanitaria di base a tutto il mondo. Secondo un rapporto del Dipartimento della Difesa USA, gli Stati Uniti hanno speso 815,7 miliardi di $ in spese militari. Il debito estero totale dell’Afghanistan è attualmente di 116 miliardi di $, ed è 7 volte maggiore del debito estero totale del Pakistan. Malgrado abbiano fatto tanto, il precipitoso ritiro degli americani dall’Afghanistan e il collasso del governo di Ashraf Ghani implica che tutto l’investimento USA viene ora ceduto ai talebani senza che sia stato sparato un colpo.

Le perdite di vite umane nella guerra possono essere valutate dal fatto che ad aprile 2021, 47.235 civili, 72 giornalisti e 444 volontari sono stati uccisi, e anche 66.000 militari afghani sono caduti vittime della guerra.

Gli Stati Uniti hanno perso 2.442 militari e 20.666 sono stati feriti. Inoltre, sono stati uccisi anche 3.800 membri di servizi di sicurezza privati. Militari di 40 paesi hanno fatto parte delle forze della NATO in Afghanistan. Di questi, 1.144 sono stati uccisi.

Il numero di quanti hanno cercato rifugio fuori del paese è di 2.7 milioni mentre 4 milioni sono sfollati interni. L’imperialismo USA è ricorso largamente a prestiti per finanziare la guerra. Ha pagato una cifra stimata in 536 miliardi di $ di soli interessi. Inoltre, ha speso 296 miliardi in cure mediche e altre spese per i reduci.

88 miliardi di $ sono stati spesi per addestrare i 300.000 militari afghani che si sono arresi senza combattere, e 36 miliardi di $ per progetti di ricostruzione come dighe, autostrade, ecc., e 9 miliardi come compenso agli afghani per non coltivare papavero e vendere eroina.

Gli americani pensavano che lo Sviluppo avrebbe persuaso gli afghani a non stare dalla parte dei talebani, ma ciò non è avvenuto (anche se la popolarità dei talebani era discutibile) e non ha sradicato la povertà. Attualmente il tasso di disoccupazione in Afghanistan è del 25 per cento e quello di povertà è del 47 per cento. Queste sono stime della Banca Mondiale.

????????????????????????????????????

Qualche progresso comunque è stato fatto. Ad esempio, l’età media è salita da 56 a 64 anni, e il numero di bambini che muoiono prima dei 5 anni si è dimezzato. L’alfabetizzazione è salita dall’8% al 43%, e nelle città l’89% ha accesso all’acqua potabile. Prima era solo il 16%.

Ora, tutto quello per cui gli americani hanno speso cadrà nelle mani dei talebani. I militari afghani gettano le armi e scappano, e quelle armi cadono nelle mani dei talebani. I talebani non stanno occupando l’Afghanistan del 1996, ma l’Afghanistan del 2021, dove sono stati investiti migliaia di miliardi di dollari.

La sconfitta degli americani non può essere paragonata al ritiro dell’Unione Sovietica dall’Afghanistan dopo gli Accordi di Ginevra del 1986. Le forze e gli uomini addestrati dall’URSS rimasero al governo per altri 3 anni dopo la partenza dei sovietici. Oggi, Ashraf Ghani & Co. è caduta in pochi giorni dall’inizio dell’offensiva dei talebani dopo il ritiro delle forze americane e NATO.

La lezione storica dell’Afghanistan è che le forze create dall’intervento militare diretto di forze straniere non possono difendere il paese.

Le forze sovietiche rimasero 10 anni e fallirono. Le forze USA e NATO sono rimaste stazionate in Afghanistan, e l’esercito afghano addestrato da loro si è disperso senza combattere.

Ashraf Ghani & Co. è stata implicata in corruzione su larga scala. La divisione di classe era netta. Gli afghani non hanno combattuto per gli americani, come potevano combattere per i loro agenti.

Ashraf Ghani & Co. rappresenta la peggiore forma di capitalismo. I talebani, d’altra parte, malgrado la loro brutalità, sono stati capaci di sfruttare abilmente la religione. Avevano un’idea di uno Stato religioso. Ashraf Ghani non ha mai saputo chiarire che Stato voleva.

La vittoria dei talebani è una cattiva notizia per i progressisti di tutto il mondo. La critica degli agenti degli americani non significa un sostegno ai talebani. L’opposizione a entrambi continuerà. Solo la vittoria di un’ideologia veramente democratica e socialista può fermare un futuro bagno di sangue in Afghanistan.

La vittoria dei talebani non è un segno di pace ma un messaggio di una perpetua guerra civile. L’instaurazione di un altro Stato religioso fanatico nell’Asia del Sud promuoverà il settarismo religioso in tutta la regione e continueranno misure contro la pace.