L A I C A

In seguito alla cattura e incarcerazione di Pablo Hasél, giovane rapper catalano condannato per diversi reati di opinione, in numerose città della Catalogna ed anche in altri punti dello stato spagnolo, come Madrid o in Andalusia, si sono susseguite le manifestazioni di protesta.

Questo ennesimo attacco alle libertà ed ai diritti fondamentali, come appunto la libertà di pensiero e di espressione – in un contesto dove ancora sono aperte migliaia di cause giudiziarie contro partecipanti al movimento non violento per l’autodeterminazione della Catalogna – , ad opera di quella che alcuni definiscono “democrazia esemplare” ha suscitato sdegno e reazioni irate, esacerbate dai duri interventi della polizia.

Per quasi una settimana Barcellona (come pure Lleida, Terrassa, Vic) è stata scenario di scontri in cui centinaia di manifestanti hanno risposto alle cariche della polizia con barricate in fiamme ed attacchi a sedi bancarie, negozi di lusso o sedi di multinazionali, nonché ad…

View original post 506 altre parole