Pablo Iglesias, già segretario uscente del partito e leader della corrente “centrista”, vince col 50,6% dei voti il II congresso del partito “morado” (viola) a Madrid. Grande sconfitta l’ala destra di Iñigo Errejon, che perde quasi sei punti (fermandosi al 33,7%) rispetto agli inizi del dibattito pre-congressuale. I nostri compagni di Anticapitalistas ottengono il 13,1%, un po’ più del 10,5 ottenuto all’inizio del dibattito, oltre un mese fa (anche se ottengono solo 2 posti nella direzione del partito, invece degli 8 che gli sarebbero spettati se ci fosse stata una ripartizione proporzionale). Il restante 2,6% va alle correnti minori. Se la sconfitta dell’ala più moderata, unita alla relativa affermazione dei nostri compagni (finora totalmente emarginati dalla direzione) sia foriera di una reale svolta a sinistra di Podemos, resta ancora da vedere. Ma questi risultati, uniti al ruolo decisivo di Anticapitalistas in comunità autonome chiave come l’Andalusia, la Catalogna e Madrid, danno qualche motivo per essere ottimisti. Buon lavoro, compagni dello Stato Spagnolo.

Annunci