AFP_HZ8KP.jpg

di Robert Reich

Trump ha concorso come populista ma governerà come un oligarca. Come segretario al Tesoro ha nominato l’investitore di private-equity* ed ex dipendente di Goldman Sachs, Steven Mnuchin.

Quando faceva campagna elettorale, Trump spesso ha criticato le grosse banche di Wall Street – in particolare Goldman Sachs, e ha promesso di ripristinare la Legge Glass-Steagall che una volta separava l’attività bancaria tradizionale e l’attività bancaria di investimento. Ha affermato ripetutamente che il sistema è truccato, che chi gestisce i fondi speculativi “se la passa liscia”, che “tasserebbe Wall Street,” che Hillary Clinton era troppo intima con le banche e che il suo candidato alla vicepresidenza, Tim Kaine era “di proprietà delle banche.” Chiuse la sua campagna elettorale con una pubblicità che stroncava la Goldman Sachs.

Ora sta optando per qualcuno che è stato profondamente coinvolto nella gestione della banca che è stata al centro del disastro dei mutui subprime, cioè prestiti per le case ad alto rischio finanziario, che portò al salvataggio di Wall Street. Trump è sulla buona strada sta per avere il governo più ricco che si ricordi. La settimana scorsa ha nominato la miliardaria del Michigan, Betsy de Vos sua scelta per diventare Segretario all’Istruzione. Si ipotizza che nomini anche l’industriale miliardario Wilbur Ross alla guida del Dipartimento del commercio. Addio, populismo.

E questo da un libertario:

Pensavo che Donald Trump e non Jeb Bush avrebbe vinto le elezioni, ma, guardando le liste delle persone che sono state scelte per avere delle cariche nella nuova amministrazione, vedo per lo più membri dell’establishment. La vasta maggioranza delle persone scelte da Trump avrebbero potuto essere facilmente state scelte (e probabilmente sarebbero state scelte) da Jeb Bush. Di fatto, l’amministrazione Trump di recente formata, sta per diventare una copia carbone delle amministrazioni di George Bush Senior e Junior. In altre parole, le persone che Trump nomina adesso hanno dei precedenti che sono completamente contrari a quello che Trump ci disse che avrebbe fatto quando fosse stato eletto presidente.

Esaminiamo chi abbiamo finora:

*Ministro della Giustizia: Senatore Jeff Sessions

Session è tremendo riguardo agli argomenti del Quarto Emendamento. Cito da TechDirt.com: “E’ un grossissimo sostenitore dell’aumento della sorveglianza, e non delle libertà civili. Se risaliamo a dieci anni fa, vediamo che Sessions aveva appoggiato pubblicamente i programmi di sorveglianza di George W. Bush che comprendevano intercettazioni telefoniche senza autorizzazione degli Americani. Proprio quest’anno, Session si è dichiarato contrario alla criptazione sui telefoni cellulari quando si discute delle battaglie legali tra la Apple e l’FBI.

“Ha anche parlato in maniera veemente contro la riforma dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale (NSA) che limita la sorveglianza, lamentandosi dei cambiamenti molto modesti nel Freedom Act (Legge per la libertà di informazione) degli Stati Uniti.

Inoltre, proprio di recente, Session ha provato a estendere in modo massiccio i poteri di sorveglianza del Dipartimento di Giustizia, con un emendamento che ha cercato di assegnare all’ECPA (Legge sulla privacy delle comunicazioni elettroniche). Abbiamo continuato a chiedere per molti anni la riforma dell’ECPA per fermare la sorveglianza arbitraria e la raccolta di dati, ma il piano di Session era di rendere ancora più facile che l’attuazione della legge ottenesse i dati, fino a quando ‘dichiarassero che c’era un’emergenza.’”

*Direttore dell’ (CIA): Membro del Congresso Mike Pompeo

Quest’uomo è un disastro assoluto! E’ uno grandi proponenti della società della sorveglianza; appoggia lo spionaggio governativo illimitato dei cittadini americani. Appoggia le sezioni della NDAA (Legge per l’Autorizzazione alla Difesa Nazionale)

sulla detenzione indefinita che autorizzano gli agenti federali o le truppe militari ad acchiappare i cittadini americani e a trattenerli indefinitamente senza un’autorizzazione , senza fornire un legale alla persona arrestata e senza neanche il diritto dell’Habeas Corpus. Definisce la “talpa” del governo, Edward Snowden, un traditore che dovrebbe essere giustiziato. La Polizia di stato non ha amico migliore che il membro del Congresso, Mike Pompeo.

* Consigliere per la Sicurezza Nazionale: Generale Michael Flynn

Flynn è un sostenitore rabbioso della “guerra al terrore” globale. Estenderà con entusiasmo la guerra al terrore” globale a livelli mai visti prima. Ha totalmente “investito” nell’isterismo anti-musulmano che si è diffuso rapidamente nel mondo conservatore, in quello cristiano e in quello Repubblicano. E’ stato l’isterismo anti-musulmano – creato dalla nostra CIA, dal Mossad israeliano, dalla agenzia di spionaggio MI 6 (Military Intelligence) britannica, dai terroristi wahhabiti dell’Arabia Saudita e dai provocatori professionali della Turchia – che l’establishment neoconservatore usa per fomentare tutte queste infinite guerre di aggressione alle quali durante la campagna elettorale Trump aveva detto di essere contrario. Se il Signor Trump volesse veramente mettere fine alla dottrina della guerra perpetua creata dalla famiglia Bush, non avrebbe mai scelto il Generale Flynn.

*Consigliere Personale: il genero di Donald Trump, Jared Kushner

Jared è figlio del miliardario sionista Charles Kushner che è ha avuto condanne per reati e che, sospetto, sia parte integrante della mafia ebraica. I media dell’establishment stanno ora pubblicizzando l’idea che sia stato Jared Kushner a orchestrare la vittoria elettorale di Trump. E’ un giovane di 35 anni del quale nessuno aveva mai sentito parlare prima della notte delle elezioni. Ora, Kushner è in prima pagina ed è al centro dell’articolo di primo piano dell’attuale edizione di Forbes Magazine, rivista molto autorevole. Lasciate che faccia delle citazioni tratte da questo articolo su Forbes. Il titolo è: “In che modo Jared Kushner ha fatto ottenere la Casa Bianca a Trump.”

“I vincitori verranno fuori tra poco, ma l’attenzione di oggi è incentrata sul più grosso sconfitto: il governatore del New Jersey Chris Christie che è stato appena licenziato dal suo ruolo di capo della transizione, insieme a molte delle persone collegate a lui.

L’episodio è stato descritto come una ‘lotta a coltello’ che termina con una epurazione di tipo staliniano.’

“Tuttavia il personaggio più convincente in questo intrigo non era nella Trump Tower. Jared Kusner era a tre isolati a sud, in alto nel suo proprio grattacielo, al n. 666 della Quinta Strada, dove sovraintende alle Kushner Companies, l’impero immobiliare della sua famiglia…” “La congettura era ben fondata e dava alla storia una piega di tipo scespiriano: come avvocato, nel 2005 Christie fece andare in prigione il padre di Kushner per evasione fiscale, frode elettorale e accuse di manipolazione di testimoni. A parte le teorie su una vendetta, lo scalpore riguardo a Kushner fu unidirezionale e rivelatore. Un anno fa Jared aveva zero esperienza di politica e circa lo stesso interesse per questa. Improvvisamente si trova al centro globale della politica. Sia che abbia affondato il pugnale dentro Christie…è meno importante del fatto che avrebbe facilmente potuto farlo facilmente. E quel potere è meritato.”

Kushner è un protagonista importante del piano di azione sinistra/neoconservatore. E, con ogni probabilità, questo giovanotto sarà il consigliere più influente che avrà Trump.

*Ambasciatore alle Nazioni Unite: il governatore della Carolina del Sud, Nikki Haley

La Haley ha criticato energicamente Donald Trump durante tutta la campagna. Era un’appassionata sostenitrice del neoconservatore globalista Marco Rubio. In quanto governatrice della Carolina del Sud, ha esperienza zero negli affari internazionali. L’unica esperienza che ha è quando fa la prima colazione alla Casa Internazionale dei

Pancakes (una specie di crèpe). Per quale motivo, allora, Trump l’avrebbe scelta come Ambasciatore all’ONU? Il senatore della Carolina del Sud ci ha dato una risposta. Il globalista e neoconservatore di alto livello, Lindsey Graham ha detto che la Haley è “una forte sostenitrice di Israele.” E ha aggiunto che la sua presenza all’ONU “sarà rassicurante per tutti coloro che si preoccupano per la crescente ostilità delle Nazioni Unite contro Israele.” (Le Nazioni Unite sono state determinanti nella creazione del moderno Stato di Israele). In altre parole, Nikki Haley ha quella carica per promuovere gli interessi di Israele. Sono sicuro che posiamo già ringraziare Jared Kushner per questa nomina.

*Segretario all’Istruzione: Betsy De Vos

Durante la campagna elettorale, Donald Trump è stato determinato nella sua opposizione al Curriculum del Dipartimento dell’Istruzione, noto come “Common Core” (base comune). Betsy De Vos è sostenitrice di lunga data di Common Core.

“La squadra di transizione del presidente eletto Donald Trump, annuncia la scelta di Betsy De Vos, sostenitrice di Common Core e delle charter schools * a Segretario all’Istruzione.” I gruppi di gente comune di genitori e insegnanti contrari a Common Core, hanno esortato Donald Trump ad abbandonare la scelta di Betsy De Vos, citando il suo appoggio alle politiche di riforma dell’istruzione di Jeb Bush (favorevole a Common Core) e la sua influenza per mezzo del Progetto di istruzione Grandi Laghi (GLEP – Great Lakes Education Project) favorevole al Common Core.”

La De Vos, la cui famiglia ha fondato Amway, era una delegata senza competenze specifiche per il Governatore dell’Ohio, favorevole a Common Core, John Kasich.

Kasich ha ricevuto un voto di ”F” (vuol dire che opera con forza e coerenza contro il problema, n.d.t) sul sito The Pulse 2016, per il suo appoggio agli standard controversi.”

Ovviamente, Frank Cannon pensava di conoscere Donald Trump meglio, perché in effetti Trump ha scelto Betsy De Vos come Segretario all’Istruzione. Jeb Bush ha espresso grandi elogi a Trump per avere scelto la De Vos.

*Segretario ai Trasporti; Elaine Chao

La Chao è un altro membro di lunga data del CFR (Council on Foreign Relations/un Consiglio per le relazioni con l’Estero/un gruppo neo-conservatore). Ha avuto incarichi nei governi di G.H.W Bush e di G.W. Bush. E’ una neoconservatrice e globalista di alto livello. E’ una scelta orribile! E’ anche moglie del Capo della maggioranza al Senato, il neoconservatore Mitch Mcconnell.

*Segretario del Tesoro: Steven Mnuchin

Parliamo di un’ élite bancaria globalista: nessuno la personifica di più che Mnuchin.

E’ stato professionista degli investimenti con la Ditta di gestione degli investimenti, LCC di Soros e ha passato 17 anni alla Goldman Sachs. Quando Mnuchin sarà confermato Segretario al Tesoro, sarà il terzo ex-allievo della Goldman a occupare quella carica. Gli altri due sono stati Henry Paulson con il Presidente G.W.Bush e Robert Rubin con il Presidente Bill Clinton.

Goldman, JP Morgan, Rothschild, Warburg, Lehman Brothers, Lazard Brothers, Israel Moses Seif, Rockefeller, e Kuhn Loeb controllano la Federal Reserve (la banca centrale degli Stati Uniti d’America, n.d.t.).

Per Donald Trump dire che intende bonificare la palude e poi nominare un socio di Goldman Sachs Segretario del Tesoro, è il culmine o della semplicità o della duplicità. Se Trump volesse realmente bonificare la palude, avrebbe nominato Ron Paul come Segretario del Tesoro.

*Segretario del Commercio: Wilbur Ross

Ross ha lavorato per Rotschild per 24 anni. Quando i tre casinò di Trump ad Atlantic City, nel New Jersey, stavano per fallire, fu Wilbur Ross a intervenire e a prestargli la somma di denaro necessaria a tenerli a galla e a ricostruire l’azienda. Ross ha anche operato con il presidente Bill Clinton nel consiglio di amministrazione del Fondo di Investimento di Stati Uniti-Russia.

*Vice Consigliere per la Sicurezza Nazionale: K.T. McFarland

Permettetemi che ricordi ai lettori di che cosa aveva avvertito il Contrammiraglio Chester Ward riguardo al CFR. Ward è stato Giudice e Avvocato Generale della Marina dal 1956 al 1960 ed ex membro del CFR dal quale uscì dopo essersi reso conto di che cosa tutti si occupavano. Avvertì gli Americani dei danni di questa e di altre analoghe organizzazioni (come la Commissione Trilaterale).

Inoltre si dice che nella breve lista di Trump per la carica a Segretario di Stato, ci siano Rudy Giuliani, John Bolton, Mitt Romney, e il Generale David Petraeus. Ognuno di questi uomini è totalmente e profondamente un neoconservatore dell’establishment. E se Trump sceglierà Petraeus, sarà un altro membro del CFR scelto da lui.

Petraeus fu condannato (e si è dichiarò colpevole) per avere condiviso informazioni segrete con la sua amante Paula Broadwell. Ebbe una multa di 100.000 dollari e fu condannato a due anni in libertà vigilata. Durante la campagna elettorale, Trum usò Petraeus come esempio del tipo di trascuratezza e di criminalità della quale fu colpevole Hillary Clinton quando era Segretario di Stato. Durante la campagna elettorale Trump ha detto che Hillary “deve andare in carcere” per quello che aveva fatto. Trump davvero farà marcia indietro e nominerà un globalista neoconservatore, un uomo che è stato incolpato dello stesso tipo di reati che Trump ha accusato Hillary Clinton di avere commesso proprio quando aveva la stessa carica?

Il 22 novembre go detto: “Gente, da questo momento in poi, tenete gli occhi aperti per vedere quanti membri del CFR nominerà Trump. Nei vari decenni passati, sia le amministrazioni Democratiche che quelle del GOP (il buon vecchio partito, cioè quello Repubblicano) son state disseminate di membri del CFR. Questa è una delle PIU’ GROSSE ragioni per cui nulla cambia molto indipendentemente da quale persona venga eletta presidente.

2 dicembre, 2016

Annunci