Un’inaspettata battuta d’arresto per le esportazioni tedesche a luglio ha comportato un calo del 2,6% su base mensile, la peggior riduzione registrata dall’agosto 2015; del tutto sovvertite le previsioni del consenso che prefiguravano un aumento dello 0,25%. Allo stesso tempo diminuiscono anche le importazioni tedesche dello 0,7% congiunturale, anche qui, ribaltando le attese di un incremento dello 0,8%. Il mese successivo alla Brexit sembra dunque aver notevolmente ridotto il volume dei commerci esteri per la più grossa delle economie europee.
Il saldo commerciale, in seguito ai dati di luglio peggiora dunque a 19,4 miliardi di euro di surplus dai 21,4 di giugno, il consenso Reuters lo attendeva a 22 miliardi.

Annunci