images.jpeg

‘I, Daniel Blake è una storia di solidarietà e di sentimento come reazione all’impasse burocratica del sistema assistenzialistico inglese. Ken, già Palma d’oro nel 2006 con Il vento che accarezza l’erba, ha ricevuto una standing ovation e poi ha rivolto, a tutta la sua troupe e al festival ma soprattutto a tutti i lavoratori a Cannes, un invito: “Restate forti, perché il festival è importante per il futuro del cinema. Ricevere questo premio in questa situazione storica è molto importante. Non dobbiamo dimenticare le storie dei personaggi che hanno ispirato il film. Ci troviamo in un mondo pericoloso dove il neoliberismo rischia di ridurre in miseria migliaia di persone. Il cinema è portatore di tante tradizioni, e fra questa c’è la protesta del popolo contro i potenti. Non solo un altro mondo è possibile – ha concluso Loach – ma è necessario”.

Ha espresso inoltre la sua solidarietà ai lavoratori e studenti francesi in lotta contro la nuova legge sul lavoro, che subiscono la repressione del Governo “socialista” Hollande.

images-1.jpeg

Annunci