Il ministro della difesa Benny Gantz ha dichiarato terroristiche sei organizzazioni impegnate sul fronte politico e umanitario. La motivazione risiederebbe nel legame tra queste associazioni e il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, storico partito della resistenza di ispirazione marxista-leninista, che esprime anche un rappresentanza politica di tre membri nel consiglio legislativo palestinese.

Le Ong sono Addameer, che sostiene i prigionieri politici, la “Difesa Internazionale dei Bambini Palestinesi”, ” i Comitati Sindacali Lavoratori Agricoli”, il “Centro di Ricerca e Sviluppo Bisan dei Comitati delle Donne Palestinesi, “Al Haq “legata all’Onu per il rispetto delle normative comunitarie e infine Samidoun, rete di respiro internazionale contro la repressione.

La decisione dell’esecutivo sionista non ha fatto mancare reazioni negative, sia interne allo stetto governo Bennet da parte dei ministri legati alla sinistra israeliena di Meretz, fino a esponenti progressisti dei Democratici USA.

Su questo nuovo attacco ai movimenti della Palestina ne abbiamo parlato con Francesco Giordano del collettivo Palestina Rossa.
VmPd

da radioondadurto.org