Domenica 5 marzo si apre la sessione annuale delle cosiddette due assemblee, l’Assemblea Nazionale del Popolo (legislativa) e la Conferenza politico consultiva. In vista dell’appuntamento, Hurun ha fatto i conti in tasca ai delegati. I 200 più ricchi hanno accumulato un patrimonio complessivo di 3.500 miliardi di yuan, pari a 507 miliardi di dollari.

RobinLi.jpg

Non solo, nei quattro anni di presidenza Xi Jinping primi 100 sono diventati ancora più ricchi. Il loro patrimonio è infatti passato da 1.600 miliardi di yuan a 3.000 miliardi. Dal 2002 anche gli imprenditori privati possono sedere tra i banchi delle due assemblee, la prima sorta di organo legislativo e la seconda un’istituzione consultiva e di indirizzo, nella quale sono cooptati i rappresentati del mondo degli affari, della scienze, delle minoranze nazionali e della cultura. Tra i nomi dei delegati spiccano pertanto alcuni dei personaggio più in vista della finanza e dell’economia cinese, come il fondatore di Tencent, Ma Huateng, o quello di Baidu, il Google cinese, Robin Li.

dd60002d34a41535198.jpeg

Annunci