antik338-couleurs-une.jpgIl governo francese comincia ad aver paura, e in confusione totale fa dichiarazioni contraddittorie tra cui la disponibilità a modifiche anche sostanziali della legge e alla trattativa.

CjYvcb0WEAAkUZq.jpg

L’intersindacale per voce della segreteria CGT ha dichiarato che prima il governo ritira la legge poi ci si siede al tavolo della trattative, ma per migliorare le condizioni di lavoro, non per peggiorarle.
Alle dichiarazioni del governo Valls che i sindacati stanno prendendo in ostaggio l’economia francese, l’intersindacale ha risposto che hanno dietro la grande maggioranza dei lavoratori francesi, che il governo è in minoranza nel paese, che in modo illegittimo sta facendo passare la legge, senza neanche il voto del parlamento dove probabilmente non ha più la maggioranza.

Oggi gli scioperi si stanno allargando in modo imponente, questi quelli comunicati dai media:

12 centrali nucleari su 19 hanno votato lo sciopero a oltranza, e iniziato a rallentare la produzione verso lo spegnimento.

le_blocage_reconduit_dr.jpg

Iniziato lo sciopero anche in molti stabilimenti del gruppo automobilistico PSA con picchetti di migliaia di lavoratori.

La Corsica è entrata oggi nelle giornate di mobilitazione bloccando con scioperi a oltranza i depositi di carburante.

I porti sono bloccati in gran parte della Francia da alcuni giorni, da ieri l’immenso porto di Le Havre ha votato lo sciopero a oltranza.

 

CjYjwYWWUAEQsLB.jpg

Oggi i cantieri navali, compresi quelli militari sono entrati in sciopero.

Oggi le Assemblee generali dei siti AMAZON hanno votato e iniziato lo sciopero a oltranza.

arton4184-eab12.jpg

Nelle ferrovie continua ad allargarsi lo sciopero anche alla stazione di Paris-Austerlitz dopo l’AG si è formato un comitato di sciopero che paralizza l’attività e la circolazione.

Blocchi stradali con barricate di copertoni incendiati sono segnalati in molte parti della Francia.

I ponti della Bretagna sono occupati da questa mattina da centinaia di lavoratori, il nord è paralizzato.

La manifestazione di Parigi di oggi è di oltre 100.000 lavoratori e studenti. Place de la Nation dove doveva concludersi il corteo, è occupata per i 2/3 dalla polizia, e sono in corso scontri. La polizia continua a chiedere di sciogliere qualsiasi assembramento e a caricare.

Almeno 16 arresti, diversi tra i manifestanti feriti dalle immagini dei pestaggi polizieschi.

Scontri in molte città.

Feriti dalle forze dell’ordine si segnalano in diverse città, uno grave a Caen, picchiato a terra da più poliziotti.

Gravissimo un manifestante investito da un’auto lanciata contro un picchetto ancora a Fos-sur Mer dove ci sono grandi raffinerie e depositi di carburante vicino Marsiglia. L’automobilista poi si è rifugiato tra i poliziotti che non hanno potuto far altro che arrestarlo.

I principali giornali oggi non sono in edicola per lo sciopero dei lavoratori.

Arriva ora la notizia che i ferrovieri della Vallonia (sud del Belgio) oggi sono entrati in sciopero spontaneo, partecipando allo sciopero francese contro le leggi sul lavoro.

La circolazione ferroviaria è in questo momento bloccata completamente.

Lo slogan è Peeters El Komri stessa legge contro i lavoratori

Vedi articolo di oggi sugli scioperi in Belgio.

28 maggio manifestazioni in tutta Europa contro le politiche neoliberiste della Troika e dei suoi governi.

Brescia ore 9,30 Piazza Rovetta per entrare in Piazza Loggia per le 10 alla commemorazione della strage.

Ore 12 al Caffè Letterario di via Beccaria, dietro la stele di P.zza Loggia iniziativa con buffet per presentare il Piano B contro il capitalismo e partecipare alla mobilitazione continentale.

Annunci