La prefettura parigina ha proibito qualsiasi assembramento anche spontaneo in Place de la République dalle 22 alle 7. In tutto il quartiere è proibito il possesso di qualsiasi “oggetto che può essere utilizzato per offendere”. E’ proibita la vendita di alcolici, è proibita la vendita di bibite in bottiglie di vetro.

Si tratta di un nuovo più grave divieto che si somma ai provvedimenti dello stato d’emergenza con uso indiscriminato di violenza e arresti da parte della polizia.

thumb.jpeg

 

Polizia che fa larghissimo uso di Lacrimogeni, proiettili di gomma, granate stordenti a frammentazione, che hanno già causato la perdita di un occhio ad un manifestante a Rennes. Gli arresti dall’inizio delle mobilitazioni sono 961 secondo i dati del ministero degli interni.

Nel frattempo Marina Le Pen e il suo FN dopo aver ottenuto lo stato d’emergenza permanente che chiedevano da anni, ora chiede la messa fuori legge dei partiti e sindacati rivoluzionari, chiarendo bene da che parte stanno, dopo la retorica populista di questi ultimi anni.