112413834-23dab0cb-50b6-449b-b47c-3e8f7f736b3c.jpg
Contestazioni e scontri a Pisa davanti alla sede del Cnr, mentre era in programma una cerimonia per il trentennale della prima connessione Internet in Italia. La polizia ha caricato gruppi di manifestanti, circa 500 che protestavano contro il governo Renzi e le sue politiche. Il premier oggi non era presente a Pisa ma c’era il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini. Diverse le cariche delle forze dell’ordine con feriti e due manifestanti fermati, identificati e poi rilasciati. Dopo la prima carica, la situazione sembrava essere tornata alla calma quando poi, invece, gli scontri sono ripresi con violenza.

E’ stato colpito da una manganellata al volto e alla schiena anche il videomaker di Repubblica Andrea Lattanzi leggermente ferito al labbro. Un poliziotto è invece stato ferito a una gamba. Il corteo era stato annunciato contro il governo di Matteo Renzi. Proprio il presidente del consiglio è intervenuto sull’argomento: “Scontri incomprensibili”, ha detto.

115757863-ec95d882-2a4b-4ecc-9941-2f87c5ac16c7.jpgLa protesta è centrata sulla mancanza di lavoro e case, contro le politiche del governo: “Vogliamo entrare al Cnr” hanno gridato. E’ a quel punto che la polizia ha sbarrato la strada ed è partita la carica.I manifestanti hanno cercato di forzare il blocco: spintoni, cariche e manganellate. Due ragazzi negli scontri con le forze dell’ordine sono stati feriti alla testa.

Annunci